Competenze - Funzioni -Durata

Il Consiglio di Circolo o di Istituto resta in carica tre anni Solo la componente studentesca si rinnova annualmente Il consiglio di circolo o di istituto scaduto per compimento del triennio resta in carica sino all’insediamento del nuovo organo e i membri decaduti per perdita dei requisiti di eleggibilità, sono surrogati (Art. 50 OM 215/91 ) Può funzionare fino a nuove elezioni anche se privo di una intera componente o di alcuni membri purché quelli in carica non siano inferiori a tre. I consiglieri, cessati dalla carica per qualsiasi causa (dimissioni, decadenza, perdita dei requisiti), sono surrogati nominando i primi fra i non eletti delle rispettive liste I membri subentrati cessano anch’essi dalla carica allo scadere del periodo di durata dell’organo Se è impossibile procedere alla surrogazione i posti vacanti devono essere ricoperti mediante elezioni suppletive Se è trascorsa la data indicata per tali elezioni bisognerà attendere il prossimo anno ed il consiglio funzionerà con una composizione incompleta. Pur essendo valida la costituzione del consiglio anche nel caso in cui non tutte le componenti abbiano espresso la propria rappresentanza, si dà luogo a elezioni suppletive qualora manchi la rappresentanza della componente genitori, nell’ambito della quale deve essere eletto il presidente Le competenze del consiglio di istituto sono contemplate nelle seguenti norme: Art. 10 D.L.vo 297/94; D.P.R. 275/99; Decreto Interministeriale 44/01. In particolare delibera in merito a: Programma annuale e variazioni, conto consuntivo, impiego dei mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico misura del fondo di anticipazione al DSGA per le spese minute designazione dell’azienda o dell’istituto di credito adozione del regolamento interno e del patto educativo di corresponsabilità adozione del Piano dell’Offerta Formativa adattamento del calendario scolastico alle specifiche esigenze ambientali criteri per la programmazione e l’attuazione delle attività parascolastiche, interscolastiche, extrascolastiche, con particolare riguardo ai corsi di recupero e di sostegno, alle libere attività complementari, alle visite guidate e ai viaggi di istruzione criteri generali relativi alla formazione delle classi, all’assegnazione ad esse dei singoli docenti, all’adattamento dell’orario delle lezioni e delle altre attività scolastiche alle condizioni ambientali e al coordinamento organizzativo dei consigli di intersezione, di interclasse o di classe uso delle attrezzature e degli edifici scolastici criteri e limiti per lo svolgimento, da parte del dirigente, dei contratti di sponsorizzazione Le delibere del consiglio di circolo o d’istituto sono normalmente immediatamente esecutive. * i richiami normativi sono tratti da Edscuola ed altri siti istituzionali

Created by Jessica Paschini